L'algoritmo di Google

Tutto il potere di Google nasce dalla seguente formula matematica:

Formula Google

Questa è la versione ridotta della formula e, in essenza, dimostra come alcune delle cose che hanno cambiato l’umanità siano nate da pochi simboli.

L’algoritmo di Google era stato creato principalmente su PageRank, un algoritmo che analizza i collegamenti fra vari siti. PageRank si basa sul nome di Larry Page, uno dei due creatori di Google. Questo algoritmo assegna “un peso numerico ad ogni elemento di un insieme di documenti ipertestuali, con lo scopo di misurare la sua importanza relativa all'interno della serie”.

In altre parole l’algoritmo di Google è la formula che analizza e determina la posizione di un sito web all’interno di una ricerca effettuata su Google stesso.

Questo processo di PageRank è stato brevettato (brevetto US 6.285.999) ma Google ha solo i diritti di licenza in esclusiva perchè il brevetto appartiene alla Stanford University.

Molte persone non sanno che l’algoritmo originale di Google si basa su HyperSearch, un motore di ricerca creato da Massimo Marchiori, informatico italiano che ha dato importanti contributi allo sviluppo del World Wide Web.

In HyperSearch infatti i risultati erano basati non solo sul singolo posizionamento delle pagine, ma anche sul rapporto tra le singole pagine e il resto del web.

L’algoritmo di Google con il tempo è diventato molto più sofisticato e le versioni più recenti rimangono segretissime. L’ algoritmo di Google più recente deve valutare molti nuovi fattori che molti anni fa non erano presenti. Per esempio, i social networks, lo spam, la duplicazione dei contenuti e la crescita esponenziale dei siti web.

Conoscere l’algoritmo di Google significherebbe capire esattamente quanto peso Google attribuisce ad ogni elemento di un sito per determinare la sua classifica all’interno delle ricerche effettuate da parte degli utenti.

Per questo l’algoritmo di Google rimarrà sempre segretissimo e l’unico modo di approfondire la conoscenza di come Goggle posiziona i siti web all’interno delle ricerche effettuate da parte degli utenti è quello di utilizzare l’esperienza e la conoscenza accumulate nel settore SEO. Inoltre è essenziale continuare a monitorare l’evoluzione di Google e del suo algoritmo per rimanere aggiornati sulle modifiche da effettuare sulle proprie strategie di SEO.